Forum News

You are not allowed to view links. Register or Login

Autore Topic: UA Ultimate Attenuator  (Letto 3515 volte)

Offline dogmax

  • Strimpellatore
  • Post: 43
  • Karma: 1
  • mood
UA Ultimate Attenuator
« il: 07 Maggio, 2013, 19:46:24 »
Finalmente un po di tempo per scrivere qualcosa su questo interessante oggettino!! Si tratta dell'Ultimate Attenuator, ovvero attenuatore californiano (di Mark Gregg) del volume per testate valvolari spaccatimpani. Premetto che è il primo nonchè unico modello da me posseduto, per cui non posso in alcun modo fare comparazioni con altre marche/modelli.


Parto con i più interessanti dettagli tecnici:

- lavora con qualsiasi vattaggio fino a -mi pare di capire- 200watt.
- funziona sulle seguenti impedenze: 4-8-16 ohm.
- alimentazione sia a 120v che a 240v.
- switch di attivazione true-bypass
- potenziometro del volume continuo e non "a scatti"
- plexi switch che aggiunge un po di brillantezza e presenza sul suono
- bedroom switch, per ulteriori -8db di volume
- raffreddato con una ventola
- costruito interamente in acciaio
costo: tanto! :cry:


I dettagli tecnici basterebbero per descrivere questo prodotto, avendo un utilizzo specifico. Posso dire che dalle foto sembra più piccolo.. in realtà è piuttosto ingombrante, ma sta sopra una testata perfettamente senza avere fobie che cada, peraltro è anche abbastanza pesante e la costruzione interamente in acciaio lo rende solido e resistente. L'UA si inserisce tra testata e cassa, come -credo- ogni attenuatore.

Nella sostanza le più grandi qualità di questo prodotto sono:
- è utilizzabile con diverse -le più comuni!- impedenze: ovvero che la coppia testata-cassa lavori su 4, 8 o 16 ohm, non avremo bisogno di sostituirlo. Non è poco, considerando quante volte siamo tentati di sostituire/comprare nuovi ampli e che le altre marche producono attenuatori a impedenza fissa. Per i più esigenti, la casa madre produce una versione dell'UA apposita per testate che utilizzano la -rara- impedenza a 2ohm.
- è estremamente trasparente: sempre tenendo conto della mia premessa, questo giudizio lo confermo in quanto la differenza di suono che si avverte suonando con e senza l'UA è impercettibile, o quanto meno in un range di assoluta tolleranza persino per orecchie piu fini. L'attenuatore abbassa semplicemente il volume (fino a zero!!) senza andare ad interferire sulla qualità del suono, non lo degrada, quindi abbiamo la possibilità di far lavorare il finale a regime ed ottenere i mitici ruggiti che hanno affascinato generazioni di chitarristi.
Su tali considerazioni è tuttavia da tener presente il fattore.... "fisico": quanto più abbassiamo il volume di uscita, tanto meno i coni sposteranno aria, quindi è a prescindere che non potremo avere l'identico suono ottenibile con volumi disumani; pur se abbiamo la possibilità (con il bedroom switch) di rendere una testata+cassa un ampli da cameretta, non possiamo pensare di ottenere nel proprio appartamento il suono di Jimi Hendrix a Woodstock. Non consiglierei di comprarlo per mettersi una plexi affianco al comodino.
- il controllo del volume è lineare, non a scatti: da quello che ho appreso in rete, le altre marche mettono sui loro attenuatori un potenziometro a scatti (ma non sò quanti) mentre con l'UA si ha la possibilità di gestire il volume anche in "millesimi". Non è una caratteristica fondamentale, ma è meglio averla piuttosto che no, giusto?
-sul retro l'UA ha due uscite per collegare fino a due casse: anche chi ha questa, fantastica e adorabile, possibilità potrà beneficiare dell'attenuatore.

Considerazioni finali: l'oggetto è raro, io ne ho trovato uno in qualche mese di ricerca, e costa tanti soldi (non dò quotazioni vista la dinamicità dei mercati). Ma non posso che esprimere la mia grande soddisfazione per averlo comprato: utilizzando io testate vintage (o vecchie, come le volete chiamare) ho avuto l'opportunità, con l'UA, di tirarle a dovere senza rendere sordi me e gli altri componenti del gruppo. Senza dubbio lo ritengo un acquisto utile, uno sforzo da fare considerato che lo ammortizzi nel tempo potendolo utilizzare senza rivenderlo; inoltre evita di fare modifiche a chi le testate le vuole mantenere originali in tutto. Io lo uso solo in sala prove o in concerti, lascio il bedroom switch sempre attivato. Lo switch "plexi" ammetto di non averlo mai utilizzato, me ne sono sempre dimenticato, ma non lo vedo un controllo cosi utile: da specifiche della casa madre, sembra aggiunga brillantezza e presenza un po come le vecchie plexi (bah!!??!).
Con l'attenuatore attivato, senza bedroom switch, ed con il potenziometro dell'UA tirato al massimo, il livello del volume di uscita è esattamente identico a quello udibile senza l'attenuatore. Questo credo sia indicativo sulla qualità della trasparenza di questo oggetto. Girando il potenziometro verso il minimo, il volume diminuisce piuttosto linearmente, non mi pare che abbia sbalzi notevoli o punti critici.

Ribadisco, cosi come ho precisato nella mia altra recensione -presente su questo forum- della JMP, che non è un invito a comprarlo, ne a scegliere questo piuttosto che altre marche: non poche persone a loro giudizio hanno trovato un buon compromesso con un classico THD, molto meno costosi dell'UA. Si sà, de gustibus....
Comunque, a giudicare dai prezzi di quei pochissimi usati che ne vedo in giro, mi pare di aver fatto un affarone. Io mi ci trovo benissimo nonostante prima fossi molto scettico sull'utilizzo di un attenuatore (lo affermo proprio in quella rece). La mia è una semplice opinione, che rimane molto positiva.
Invito tutti quanti i possessori dell'UA ad aggiungere o correggere informazioni; chiedo perdono per eventuali refusi (sono appena tornato da lavoro) e rimango disponibile per ulteriori informazioni!!

curiosità: ho avuto conferma che non sia solo il mio a farlo..... ma se lo si attiva con un volume basso (1-2) della testata, non fa uscire alcun suono. Per farlo entrare in funzione metto prima il master un po piu alto, switcho su ON e poi abbasso il volume dell'UA. Non ho la benchè minima idea del motivo. Può essere anche un difetto del mio apparecchio.

Colgo l'occasione per evidenziare quanto sia importante avere volumi adeguati per le nostre orecchie. Io ci sto passando un po di guai con l'udito dopo quasi un ventennio di musica!!!

Stay tuned!

You are not allowed to view links. Register or Login

Offline Marco78

  • Solista
  • ***
  • Post: 468
  • Karma: 0
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #1 il: 07 Maggio, 2013, 20:45:12 »
L'hai trovato usato o l'hai preso nuovo dagli USA?

Offline GIULIO

  • Administrator
  • ******
  • Post: 7220
  • Karma: 32
    • Youtube's channel
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #2 il: 08 Maggio, 2013, 13:23:00 »
Complimenti, deve essere proprio un bell'oggetto!!!

La trasparenza mi sa che è data dal fatto che in parole povere riamplifica l'ampli, così almeno lessi quando me ne interessai...
Qui ventum seminabunt et turbinem metent


You are not allowed to view links. Register or Login
You are not allowed to view links. Register or Login

Offline dogmax

  • Strimpellatore
  • Post: 43
  • Karma: 1
  • mood
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #3 il: 09 Maggio, 2013, 12:58:10 »
@marco78: io l'ho trovato usato qui in italia.

@giulio: anche io avevo letto qualcosa del genere ma non me ne intendo di questi tecnicismi ;)

per dovere di cronaca: esiste anche un modello con doppio volume e un pedale a switch collegato, cosi che si possa impostare 2 volumi differenti e selezionarli tramite il pedale.
Lussuoso ma io preferirei avere comunque un classico pedale a volume qualora ne avessi bisogno. Non conosco la differenza di prezzo.
You are not allowed to view links. Register or Login

Offline Benny

  • Accompagnatore
  • **
  • Post: 254
  • Karma: 0
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #4 il: 09 Maggio, 2013, 20:16:07 »
Citazione
La trasparenza mi sa che è data dal fatto che in parole povere riamplifica l'ampli, così almeno lessi quando me ne interessai...

bhè essendo alimentato da corrente credo anch'io....in pratica fà reamp....

Offline Luca

  • Solista
  • ***
  • Post: 527
  • Karma: 1
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #5 il: 09 Maggio, 2013, 20:46:14 »
Ho letto molto di questo oggetto, e sembra davvero figo!
Ricordo di essere rimasto a bocca aperta dall'Aracom di tone..mi piacerebbe provare anche questo!

Offline Roberto

  • Amps Tech & Moderator
  • ******
  • Post: 2628
  • Karma: 11
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #6 il: 09 Maggio, 2013, 21:45:11 »
L'aracom di Tone è il benchmark!
(sto scrivendo italiano, sì?)
You are not allowed to view links. Register or Login

Offline Luca

  • Solista
  • ***
  • Post: 527
  • Karma: 1
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #7 il: 10 Maggio, 2013, 00:33:08 »
You are not allowed to view links. Register or Login
L'aracom di Tone è il benchmark!
(sto scrivendo italiano, sì?)

Boooooohhh 8-[ 8-[

Io non ho ben capito sostanzialmente come funziona il discorso del "reamp"..Davo per scontato che la 220 fosse per alimentare la ventola, ma in effetti è esagerata come cosa..

Offline Benny

  • Accompagnatore
  • **
  • Post: 254
  • Karma: 0
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #8 il: 10 Maggio, 2013, 08:04:12 »
Citazione
L'aracom di Tone è il benchmark!

eh quello è figo, suona mooolto bene ma, costa uno sproposito e pesa come un cadavere

Citazione
Io non ho ben capito sostanzialmente come funziona il discorso del "reamp"..

carico fittizio che emula la cassa, si preleva il segnale, lo si fà diventare un segnale audio normale e lo si riamplifica con un finale a transistor che pilota la cassa.....dimenticato qualcosa?

Offline Luc

  • Global Moderator
  • ******
  • Post: 2005
  • Karma: 8
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #9 il: 10 Maggio, 2013, 10:02:10 »
Ah ecco cosa aveva di strano.
Gli altri attenuatori, tipo THD, non sono alimentati  trilly1839
You are not allowed to view links. Register or Login

Offline Luca

  • Solista
  • ***
  • Post: 527
  • Karma: 1
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #10 il: 11 Maggio, 2013, 21:17:52 »
Benny, detta così mi sembra un normale line out, che non ha bisogno di alimentazione da quello che so..  trilly1839

Offline Roberto

  • Amps Tech & Moderator
  • ******
  • Post: 2628
  • Karma: 11
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #11 il: 11 Maggio, 2013, 22:00:47 »
Ciao Luca,

immagina qualcosa tipo questo:
You are not allowed to view links. Register or Login

Offline Luca

  • Solista
  • ***
  • Post: 527
  • Karma: 1
  • Nuovo membro di GT!!!
Re:UA Ultimate Attenuator
« Risposta #12 il: 12 Maggio, 2013, 12:11:32 »
Si si, fin li sapevo, ma non capisco la novità di questo attenuatore. Ha un piccolo finale al suo interno?
Un lineout non ha bisogno di essere alimentato per funzionare, o mi sbaglio io? Ne ho visti molti di attenuatori non alimentati con il lineout trilly1839

 

Post e Topic recenti